header Prima pagina

Ass. Comunità Mamré
Sede
Associazione Comunità Mamré onlus
via Risorgimento, n.173
25040 Clusane d’Iseo (Bs)
tel. 030.9829049
fax 030.9898675
info@comunitamamre.it
www.comunitamamre.


tenda
la tenda di Mamré

Fotografia
La Comunità Mamré il 3 luglio 2011

jerusalem
Le Comunità per disabili "Jerusalem" e "Betfage" di Calcinato

COS'E' E COSA FA

Mamré è una comunità femminile, le cui associate, nella consacrazione a Dio e ai fratelli, si impegnano a vivere il Battesimo e a testimoniare la Cresima in uno stato di vita laicale. È stata fondata il 2 ottobre 1971 da don Pierino Ferrari, sotto la protezione degli angeli custodi, per rispondere a bisogni emergenti che non trovavano una tempestiva risposta da parte delle istituzioni esistenti.
Nel 1975 si è costituita in Associazione giuridica.
Gestisce, in provincia di Brescia, svariati servizi residenziali e diurni per disabili, minori e anziani, un poliambulatorio specialistico e un servizio di comunicazione aumentativa.
A partire dalle intuizioni profetiche di don Pierino Ferrari, fondatore e rappresentante legale fino alla sua morte (31 luglio 2011), dal 1975 l’Associazione è attivamente impegnata sul territorio bresciano nel settore socio-assistenziale, socio-sanitario e sanitario attraverso i seguenti servizi:

Comunità socio–sanitarie per disabili
- Siloe, a Clusane (1980)
- Jerusalem, a Calcinato (1984)
- Hebron, a Brescia (1986)
- Sichem, a Brescia (1989)
- Betfage, a Calcinato (1993)
- Sin, a Villa Carcina (1993)
- Galgala, a Desenzano del Garda (1996)

Residenza sanitaria per disabili
- Firmo Tomaso, a Villa Carcina (2000)

Centri diurni integrati per anziani
- Gerico, a Clusane (1997)
- Betulia, a Lograto (2004)

Casa Albergo per anziani
- Refidim, a Clusane (1978)

Comunità educative per minori
- Dotain, a Clusane (1975)
- Susa, a Lograto (1991)

Poliambulatorio specialistico
- Rages, a Villa Carcina (2002)
Servizio di Comunicazione Aumentativa Alternativa
- “Antenne sintonizzate”, a Villa Carcina (2009)

Alloggi protetti
Per disabili
- A Clusane (Giaffa, 1983)
- A Calcinato (Jerusalem e Betfage, 2007)

Per anziani
- A Lograto (Betulia, 2009)

A ogni singolo servizio è attribuito un nome biblico, secondo una precisa intenzione di don Piero: «Le motivazioni che mi hanno spinto ad usare nomi ebraici nel denominare i vari servizi della Comunità Mamrè si possono riassumere in due parole: tradizione e libertà».
I servizi sono gestiti dalla Comunità Mamré, anche attraverso la professionalità di personale dipendente o volontario, che condivide gli ideali dell’Associazione.

CARISMA
Icona dell’Associazione è Abramo, che accoglie i tre misteriosi ospiti alle querce di Mamré, dov’era attendato con la moglie Sara.
L’accoglienza manifestata ai Tre, simbolo della Trinità, e la fede esercitata da Abramo con l’espressione: “C’è forse qualcosa di impossibile a Dio?” sono per l’Associazione stimolo all’accoglienza per la fecondità e all’esercizio di una fede granitica.
Il sacramento dell’amicizia, che costituisce il perenne dono di sé alla Chiesa, diventa per le Associate il sacro vincolo di reciproca comunione e di condivisione della propria vita, in conformità al carisma dell’Associazione.
Lo specifico dell’Associazione consiste nel rendere trasparente nel proprio quotidiano servizio ai fratelli, specie i più deboli, quanto disse Gesù: “Da questo conosceranno tutti che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri” (Gv 13,35).
“Per il valore che ritengo abbia la parrocchia nell’esprimere la concreta presenza della Chiesa, desidero che l’Associazione sia considerata né più né meno, come gli altri fedeli laici, che si impegnano a vivere da discepoli del Signore”.
(Dalla Richiesta di approvazione dell’Associazione Comunità Mamré secondo i canoni 298-299-322 del Codice di Diritto Canonico).


STILE DI INTERVENTO
Nelle sedi operative, gli ideali si traducono nel:
• riconoscere la dignità e la unicità di ogni persona;
• valorizzare la corresponsabilità, la partecipazione e l’umanizzazione degli interventi nell’organizzazione dei servizi
• insediarsi all’interno di centri di vita attivi per facilitare il rapporto, l’integrazione e la collaborazione con la comunità locale e con i servizi territoriali;
• avvalorare la quotidianità in cui la cura dei dettagli diventa centrale e costituisce il valore aggiunto;
• condividere con le persone di cui ci si prende cura, anche nelle situazioni più compromesse, il loro specifico percorso progettuale, orientato al benessere, all’autonomia e alla partecipazione alla vita sociale;
• promuovere il volontariato riconoscendo la complementarietà del suo apporto nel funzionamento dei servizi.

Link link: Il sito dell'Associazione Comunità Mamré onlus »»

18 luglio 2009   


Home § Torna su § Torna indietro