header Prima pagina

Suore Missionarie Francescane del Verbo Incarnato
Casa Madonna
via Madre Giovanna, 1
casella postale 70
50014 Fiesole (Fi)
tel. 055.59200
casamadre@smfvi.org
www.smfvi.org


madregiovanna
Madre Giovanna

fiesole
La casa madre di Fiesole

Madre Giovanna Francesca dello Spirito Santo, al secolo luisa Ferrari, è la fondatrice delle Missionarie Francescane del Verbo Incarnato.
Nacque a Reggio Emilia il 14 settembre 1888 e morì a Fiesole il 21 dicembre 1984.
Settima figlia dei coniugi prof. Giuseppe Ferrari ed Eurosia Salami, ricevette il Battesimo il 3 novembre 1888 nel Battistero della cattedrale di Reggio Emilia; la Cresima il giorno di Pentecoste del 1897 e la Prima Comunione il 6 giugno 1901.
Nella famiglia trovò l’ambiente favorevole per il suo sviluppo umano, per la formazione culturale; per lo sviluppo della vita cristiana, oltre all’aiuto ed all’esempio della mamma, fu per Luisa molto importante la scoperta di S. Francesco e la conoscenza della spiritualità francescana. Conseguì il diploma di abilitazione all’insegnamento elementare e successivamente frequentò corsi di preparazione nel campo educativo, corsi di musica e di lingua straniera; quindi ottenne anche il diploma di maestra giardiniera.
Si dedicò con passione a svariati servizi formativi: per bambini con disturbi psichiatrici, per i non vedenti, per la formazione morale e cristiana delle giovani operaie. Divenuta Terziaria francescana pose tutta se stessa alla diffusione dell’ideale francescano, sentito così evangelico ed essenziale.
Con il medesimo ideale volle fosse caratterizzata la nuova Famiglia religiosa da lei fondata nel 1930 con la collaborazione del Venerabile padre Daniele Coppini, ofm cappuccino, e guidata con materna sollecitudine, tra le gioie dell’espansione, le prove e le difficoltà del cammino iniziale ed in tempo di guerra. Il riconoscimento della Chiesa, con il decreto di approvazione, avvenne nel 1947.
Madre Giovanna è stata alla guida della sua Famiglia religiosa per lunghi anni: come Superiora generale fino al 1972 e, successivamente fino alla morte come “Madre spirituale”, sempre trasmettendo alle “figlie” i valori del Vangelo ed incoraggiandole ad un’eroica donazione per Cristo e per la salvezza dei fratelli.
La sua maternità spirituale si dilatava verso le persone che incontrava, in modo particolare nel rapporto con i Sacerdoti, che coinvolgeva nella passione per il mistero del Verbo fatto carne.
Incontra don Pierino Ferrari all’inizio degli anni ‘60. Tra i due nasce un’intesa come tra madre e figlio; la Madre gli affida il compito di scandagliare alcuni filoni del “Mistero”, di cui la Divina Provvidenza l’aveva fatta depositaria. In questo rapporto d’intensa amicizia spirituale affonda le radici l’attuale collaborazione delle Opere di don Pierino con l’Istituto delle Missionarie Francescane del Verbo Incarnato.
Madre Giovanna gioiosamente lucida anche in età avanzata e giovane nello spirito, si concentrò sempre più nella preghiera e nell’offerta. Il 21 dicembre 1984 morì a Fiesole in concetto di santità. Il 25 marzo 2006 si è concluso a Fiesole il Processo diocesano per la Causa di beatificazione.

FINALITÀ
La Fondatrice, interiormente colpita dalla parola evangelica: «Preparate le vie del Signore!» e dalla scritta sull’altare della Santa Casa di Loreto: «Hic, Verbum caro factum est» volle l’Istituto come una “nuova espressione di vita religiosa”, in cui persone e Comunità diventassero, per la fede, “case viventi di Gesù”, “incarnazione viva della Sua presenza”, “umili precorritrici di Lui per le vie del mondo”. L’attenzione ai segni dei tempi, la tensione ad essere Chiesa ringiovanita e vitale, l’andare incontro all’umanità sofferente e smarrita, per soccorrerla e portarle amore e pace, avendo Cristo come Regola, sono le finalità della Congregazione, fondata da Madre Giovanna.

OBIETTIVI
Il motto “Fede + Carità”, consegnato dalla Fondatrice, è come la “bussola” che orienta il cammino delle Missionarie Francescane del Verbo Incarnato nella Chiesa e che può essere così sintetizzato:
· passione per il mistero del Verbo Incarnato, al quale sono consacrate, avendo come modello la Vergine Maria;
· vita evangelica in gioiosa fraternità, secondo lo stile di S. Francesco;
· annuncio di Gesù e impegno di prepararGli la via, perché sia accolto come sommo e unico Bene;
· visita alle famiglie, umano e fraterno interessamento per ogni persona, quasi a prolungamento della fat­tiva sollecitudine di Maria verso la cugina Elisabetta.
Come Gesù, missionario del Padre, le Missionarie Francescane del Verbo Incarnato sono inviate dalla Chiesa a rivelare la Parola che salva nella luce della Misericordia.

OPERE E SERVIZI
L’Istituto ha esteso in questi anni la sua presenza in diversi luoghi, fondando anche missioni in America Latina e in Centrafrica, ed ha sviluppato la sua azione in vari campi, in relazione ai bisogni colti, con un’attenta penetrazione della realtà umana. Sempre privilegiando la “visita” nella famiglia, offre la collaborazione nella pastorale parrocchiale, con particolare attenzione alla catechesi; anima il servizio educativo nelle scuole materne, oratori, scuole elementari ed artigianali; ha cura degli anziani a domicilio ed in residenze; collabora con la Caritas ed alcuni Enti pubblici in strutture a favore dei poveri, degli emarginati, dei carcerati, in servizi di soccorso spirituale, sociale ed infermieristico; cura la presenza attiva nel mondo della malattia e della sofferenza in ambulatori e a domicilio; collabora con Raphaël, dove, oltre alla presenza negli ambulatori, coordina l’attività dei volontari e degli operatori del servizio accreditato di Assistenza Domiciliare Integrata.

Link link: Il sito della Congregazione delle Suore Missionarie Francescane del Verbo Incarnato »»

17 luglio 2009   


Home § Torna su § Torna indietro