header Prima pagina

11 febbraio 2017: INAUGURAZIONE
La Fondazione Laudato Sì' e la Cooperativa Raphaël hanno inaugurato gli spazi ambulatoriali nel complesso sanitario Laudato Sì' di Desenzano del Garda sabato 11 febbraio 2017.



Fotografia
©

Si accendono le luci sul progetto Laudato Sì’ di Desenzano del Garda, lanciato da don Pierino Ferrari negli anni ’90 e affidato alle cure della omonima Fondazione, costituita dalle Comunità Mamré e del Cenacolo e dalla Congregazione delle Missionarie Francescane del Verbo Incarnato.
Hanno preso il via una serie di servizi in un complesso sanitario realizzato nella palazzina antistante l’edificio destinato, nel tempo, a diventare ospedale oncologico.
Nella struttura, la Cooperativa Raphaël è presente con un nuovo gruppo di ambulatori per la prevenzione oncologica (tel. 030/9969662), un centro di fisioterapia e una sede operativa del servizio di assistenza domiciliare integrata (Adi).
Grazie alla partnership con l’Associazione Priamo e al finanziamento di Fondazione della Comunità Bresciana, gli ammalati oncologici e i loro famigliari possono avvalersi di servizi finalizzati a sostenere la qualità della vita, predisponendo percorsi integrati di cura, mediante consulenze specialistiche individuali e famigliari e laboratori esperienziali di gruppo.
Inoltre, è presente all’interno dell’edificio un gruppo di medici di medici di medicina generale, operanti in associazione sul territorio desenzanese (tel. 030/9119766), che in sinergia con le Istituzioni e con Raphaël intende costruire un innovativo progetto di medicina territoriale.
Nella missione del Laudato Sì’ e di Raphaël ha grande rilevanza la cura della dimensione spirituale della persona, che è garantita, in modo del tutto particolare, anche dalla presenza delle suore Missionarie Francescane del Verbo Incarnato.

Vedi sito: www.progettolaudatosi.it

Il Laudato Sì’, realizzato grazie all’impegno di migliaia di benefattori, delle Sentinelle, degli Amici di Raphaël e alla competenza e professionalità degli operatori di Raphaël, è destinato a rappresentare nell’ambito della medicina territoriale del Basso Garda, un punto di riferimento importante per la prevenzione oncologica e i servizi alla salute.


Dire «sentinella» è dire persona che veglia su un determinato obiettivo.
· Dire «Sentinella del Laudato sì’» vuol dire persona che veglia sui malati e sulla struttura finalizzata a curarli.
· Dire centomila Sentinelle, nella edificazione e gestione dell’Ospedale Oncologico, vuole dire «proposta di corresponsabilità» in un’avventura umana e cristiana, che migliora qualitativamente la persona e la società in cui vive.

Cosa fa la Sentinella
· Condivide gli ideali e gli obiettivi concreti che sostengono la realizzazione dell’Ospedale oncologico «Laudato sì’»
· Fa conoscere il progetto ad altre persone
· Offre il suo personale contributo, fatto di preghiera e/o offerta di piccoli sacrifici per poter dire: «Quell’Ospedale l’ho costruito anch’io e desidero che funzioni nel migliore dei modi!».

Come diventare Sentinella
E’ possibile diventare Sentinella nelle seguenti modalità:

1) Sentinella orante:
offre le proprie preghiere perché il Signore sia glorificato nel progetto del Laudato sì’.

2) Sentinella sofferente:
offre le proprie sofferenze affinché divengano contributo fecondo per la realizzazione del progetto.

3) Sentinella offerente:
versa un contributo periodico o annuale.

4) Sentinella operativa:
coinvolge persone al progetto e usa talenti e fantasia per organizzare svariate iniziative a favore dell’ospedale.

La proposta di diventare Sentinella del Laudato sì’ non è finalizzata solo alla raccolta di fondi, bensì a suscitare convinzioni condivise e ad offrire l’onore di partecipare a un’avventura umana e cristiana, che migliora qualitativamente la persona e la società in cui vive. È la risposta all’invito di Gesù: “Curate i malati”.

Come diventare Sentinella Offerente
Versando un contributo periodico o annuale con le seguenti modalità:

Bonifico bancario sui seguenti conti correnti intestati a «Fondazione Laudato sì’ onlus» – causale «progetto Laudato sì’»:
» Ubi Banca – iban IT38X 03111 54610 000000 012144;
» Credito Cooperativo di Brescia – iban IT17H 08692 54420 028000 280424;
» BCC del Garda – iban IT61D 08676 54171 000000 107502;

Versamento sul conto corrente postale n. 76346535 intestato a «Fondazione Laudato sì’ onlus» – causale «progetto Laudato sì’»;
iban IT67R 07601 11200 000076 346535;

Versamento al capogruppo locale dell’Associazione Amici di Raphaël.

Le donazioni effettuate alla Fondazione Laudato sì’ onlus sono deducibili fiscalmente,
se effettuate tramite bonifico bancario, versamento postale, assegno bancario;
chi fosse interessato a ricevere la dichiarazione ai fini fiscali, è pregato di specificarlo
e di comunicare il proprio codice fiscale al capogruppo o all’ufficio amministrativo.


Se intendi diventare Sentinella, qualunque sia la modalità prescelta, compila il modulo a cui è possibile accedere dal link sottostante.

Link link: Diventa Sentinella del Laudato sì' »»


 Allegato [zip]: RASSEGNA STAMPA

15 gennaio 2017   


Home § Torna su §