header Prima pagina

L'ospedale Laudato sì'
Fondazione Laudato sì': a Rivoltella del Garda sta sorgendo l'ospedale della gente, per curare con scienza e coscienza gli ammalati di cancro.

Fotografia
©

L'ospedale oncologico Laudato sì', in corso di costruzione a Rivoltella del Garda da parte dell'omonima Fondazione, rappresenta un segno di attenzione verso le persone ammalate di cancro che si inserisce nell'esperienza ultraventennale della cooperativa sociale Raphaël.

L'ospedale sarà finalizzato a curare la persona nelle diverse fasi della malattia oncologica, offrendole le prestazioni più efficaci e più umane possibili.

La storia
La Fondazione Laudato sì’ onlus viene costituita il 19 giugno 2006 con il compito di gestire il processo di realizzazione di un Ospedale oncologico denominato Laudato sì’, sito a Rivoltella del Garda.

La Fondazione è costituita dall’intreccio di tre realtà istituzionali, che condividono medesimi ideali e obiettivi rispetto alla realizzazione dell’ospedale oncologico:
- l’Associazione Comunità Mamré Onlus;
- l’Associazione Comunità del Cenacolo Onlus;
- la Congregazione delle Missionarie Francescane del Verbo Incarnato.
Le tre istituzioni che costituiscono la Fondazione Laudato sì’ sono state pensate da don Pierino Ferrari, Presidente della stessa, come una sorta di funiculus triplex, una corda a tre capi, calata in un ambiente scientifico, caritativo, francescano, nel quale essa possa armonizzare la propria attività apostolica e pastorale.

La realizzazione di un ospedale oncologico è il risultato di un impegno ventennale di don Pierino nel settore dei malati di cancro, concretizzatosi con l’apertura di alcuni servizi ambulatoriali gestiti dalla Cooperativa Raphaël nelle provincie di Brescia e limitrofe.

La qualificata esperienza accumulata dalla Cooperativa nel settore della prevenzione e della cura del malato oncologico ha reso cosciente don Pierino della necessità di preparare una struttura di degenza per la prevenzione, diagnosi e cura del cancro, al fine di realizzare la globale presa in carico del malato oncologico in tutto il suo iter di cura.

Sarà premura del Laudato sì' "accompagnare" i malati, che non possono essere curati nella struttura propria, in strutture ospedaliere particolarmente specializzate alla cura di quella specifica malattia oncologica.

Il progetto
L’Ospedale oncologico Laudato sì’ sarà finalizzato a curare la persona nelle diverse fasi della malattia oncologica, offrendole le prestazioni più efficaci e più umane possibili. I reparti di degenza saranno integrati dai seguenti servizi, accessibili agli esterni:
• poliambulatori oncologici;
• endoscopia diagnostica;
• oncologia medica e radioterapia;
• hospice;
• chirurgia;
• radiologia;
• laboratorio di analisi.
L’Ospedale sarà altresì rivolto alle persone sane che desiderano conservare il loro buon stato di salute, accedendo al servizio di prevenzione, erogato dal Centro a livello ambulatoriale.
Due saranno i luoghi eccellenti:
• la Cappella, dove verrà esposto quotidianamente il Santissimo Sacramento dalle ore 8 alle ore 20 per l’adorazione, affidata alle Sentinelle del Laudato sì’;
• la Sala Congressi, con annessa biblioteca, per il costante aggiornamento e per la formazione degli operatori nel Laudato sì’.

17 luglio 2009   


Home § Torna su §